prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

sabato, 20 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : I love book

L'uomo come un fiore di vetro. Intervista allo scrittore toscano Stefano Massetani

domenica, 13 gennaio 2013, 13:30

di Claudia Aliperto

La parola poetica racconta spesso dell'amore e delle sue sfaccettature. Passione, tormento e desiderio sono da sempre fonte di ispirazione per il poeta che li trasforma in versi. Non è, invece, così scontato che al centro del turbinio dell'amore vi sia l'uomo rappresentato nelle proprie fragilità. Stefano Massetani, scrittore  pisano (ndr, farmacista nella vita), ci offre uno sguardo altro del sentimento per eccellenza con “Fiore di vetro”, una raccolta di liriche in cui l’amore è scelta sofferta ed è l'uomo ad avere “la peggio”. L'indifferenza della donna fa scempio del “fiore di vetro” del poeta, ma questa raccolta ci insegna che l’uomo non può fare a meno di amare, prendendo a poco a poco coscienza della propria indole e della possibilità di rinascita.

La raccolta riscatta l'uomo e anche il lettore che, come spiega l'autore a La Gazzetta, “troverà tra le sue pagine un buon motivo per leggerla. Ognuno, infatti, ha la sua esperienza di vita che offre una chiave di lettura personalissima da quella di chi ha alle spalle un vissuto diverso. Chi ama la poesia d'amore potrà trovare In Fiore di vetro, una poetica a lui molto congeniale, ma anche chi preferisce differenti generi di poesia, potrà scoprire nel libro una dimensione diversa della poesia d'amore”.

Superata la soglia dei cinquantanni, aspirando alla parola di Pascoli, Carducci e Alda Merini, Massetani ha trovato nella poesia la sua espressione migliore,  “l'ispirazione arriva in maniera del tutto inaspettata e si condensa in poesia”. Pubblicata di recente con Giovane Holden Edizioni, la raccolta potrebbe avere un seguito, “credo non esista scrittore o poeta che si ritenga veramente appagato da quello che ha scritto. Questo porta a produrre in continuazione nuove opere nel tentativo di appagare la propria sete di scrittura”. La poesia sarà, dunque, ancora al centro delle prossime pubblicazioni, probabilmente con una silloge “sperimentale” che affronterà ulteriori tematiche in una chiave stilistica nuova.

E se il poeta potesse fuggire, magari su un'isola deserta?  “Esistono due tipi di scrittori: quelli che si isolano per mantenersi puri, e quelli che si lasciano “contaminare” dal mondo in cui vivono in modo da poter comprenderlo appieno – commenta Massetani – cercando di essere essi stessi parte della gente che intendono raggiungere con la loro poesia. Credo di essere uno scrittore di questo tipo, quindi non fuggirei, e poi, passata la prima settimana ad ammirare le bellezze della natura, che noia il deserto di un'isola senza poter confrontarsi con qualcuno”. Nessuna fuga dalla realtà, dunque, al resto ci pensa la poesia.

Stefano Massetani, “Fiore di vetro”, p. 72, euro 12, Giovane Holden Edizioni.


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 19 aprile 2019, 17:56

Roulette online: esistono metodi e trucchi per vincere?

La roulette è uno dei giochi più apprezzati dei casinò telematici. Sono migliaia i giocatori che si connettono ogni giorno per giocare insieme ad altri nelle sale live e per provare a vincere dei soldi veri giocando online in uno dei casinò telematici autorizzati in Italia


martedì, 16 aprile 2019, 17:02

Gli occhiali del giurista: profili di responsabilità di Antonio Ciontoli

Marco Vannini è stato strappato alla vita a soli vent'anni, lasciato morire vittima dei suoi stessi lamenti, nella casa di chi doveva amarlo. Credo che nessuno dimenticherà le sue urla quella maledetta sera del 17 maggio 2015.


Prenota questo spazio!


martedì, 9 aprile 2019, 23:12

L'omicidio di Marco Vannini, ricostruzione fattuale e relativi profili di responsabilità

Il 17 maggio 2015 in una villetta di Ladispoli si consumava uno dei più cruenti e dibattuti delitti degli ultimi anni, l'omicidio di Marco Vannini. Marco Vannini, vent'anni, si trovava a casa della fidanzata Martina Ciontoli per passare la notte da lei.


domenica, 7 aprile 2019, 11:35

Marco Vannini: la sentenza di secondo grado è quella corretta

Dopo queste settimane di silenzio, torno a scrivervi. Sono stati giorni intensi, nei quali ho approfonditamente studiato ogni sfaccettatura dell'omicidio di Marco Vannini. Mi addentrerò in ogni dettaglio del caso, cercando di mettervi un paio d'occhiali: quelli del giurista


mercoledì, 27 marzo 2019, 08:41

"Torneranno balneabili le acque del Massaciuccoli?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo queste riflessioni dell'architetto Pier Luigi Bianchi in merito alla gestione e al risanamento delle acque del bacino del Massaciuccoli


sabato, 23 marzo 2019, 18:53

Politici in 'passerella' alla Versiliana, Pellati: "I giornalisti sono liberi di intervistare senza alcun condizionamento"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da Francesco Pellati, ex coordinatore regionale della Lega e vice presidente della Fondazione Versiliana, sulle presunte 'passerelle' dei politici nell'estate versiliese


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!