prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 17 luglio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : I love book

L'uomo come un fiore di vetro. Intervista allo scrittore toscano Stefano Massetani

domenica, 13 gennaio 2013, 13:30

di Claudia Aliperto

La parola poetica racconta spesso dell'amore e delle sue sfaccettature. Passione, tormento e desiderio sono da sempre fonte di ispirazione per il poeta che li trasforma in versi. Non è, invece, così scontato che al centro del turbinio dell'amore vi sia l'uomo rappresentato nelle proprie fragilità. Stefano Massetani, scrittore  pisano (ndr, farmacista nella vita), ci offre uno sguardo altro del sentimento per eccellenza con “Fiore di vetro”, una raccolta di liriche in cui l’amore è scelta sofferta ed è l'uomo ad avere “la peggio”. L'indifferenza della donna fa scempio del “fiore di vetro” del poeta, ma questa raccolta ci insegna che l’uomo non può fare a meno di amare, prendendo a poco a poco coscienza della propria indole e della possibilità di rinascita.

La raccolta riscatta l'uomo e anche il lettore che, come spiega l'autore a La Gazzetta, “troverà tra le sue pagine un buon motivo per leggerla. Ognuno, infatti, ha la sua esperienza di vita che offre una chiave di lettura personalissima da quella di chi ha alle spalle un vissuto diverso. Chi ama la poesia d'amore potrà trovare In Fiore di vetro, una poetica a lui molto congeniale, ma anche chi preferisce differenti generi di poesia, potrà scoprire nel libro una dimensione diversa della poesia d'amore”.

Superata la soglia dei cinquantanni, aspirando alla parola di Pascoli, Carducci e Alda Merini, Massetani ha trovato nella poesia la sua espressione migliore,  “l'ispirazione arriva in maniera del tutto inaspettata e si condensa in poesia”. Pubblicata di recente con Giovane Holden Edizioni, la raccolta potrebbe avere un seguito, “credo non esista scrittore o poeta che si ritenga veramente appagato da quello che ha scritto. Questo porta a produrre in continuazione nuove opere nel tentativo di appagare la propria sete di scrittura”. La poesia sarà, dunque, ancora al centro delle prossime pubblicazioni, probabilmente con una silloge “sperimentale” che affronterà ulteriori tematiche in una chiave stilistica nuova.

E se il poeta potesse fuggire, magari su un'isola deserta?  “Esistono due tipi di scrittori: quelli che si isolano per mantenersi puri, e quelli che si lasciano “contaminare” dal mondo in cui vivono in modo da poter comprenderlo appieno – commenta Massetani – cercando di essere essi stessi parte della gente che intendono raggiungere con la loro poesia. Credo di essere uno scrittore di questo tipo, quindi non fuggirei, e poi, passata la prima settimana ad ammirare le bellezze della natura, che noia il deserto di un'isola senza poter confrontarsi con qualcuno”. Nessuna fuga dalla realtà, dunque, al resto ci pensa la poesia.

Stefano Massetani, “Fiore di vetro”, p. 72, euro 12, Giovane Holden Edizioni.


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Prenota questo spazio!



prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


giovedì, 28 giugno 2018, 17:08

Lettera di saluto del CdA della Fondazione Carnevale al consigliere dimissionario Stefano Nari

Ecco la lettera di saluto e ringraziamento - da parte del consiglio di amministrazione - a Stefano Nari, dimessosi dalla Fondazione Carnevale di Viareggio


giovedì, 28 giugno 2018, 08:59

"Da dove viene questa plastica?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione di un nostro lettore, Moreno Bucci, su delle plastica rinvenuta in un'area a pochi metri dalla battigia della spiaggia di ponente a Viareggio


Prenota questo spazio!


lunedì, 25 giugno 2018, 14:43

Gli errori più comuni da non fare nella realizzazione di brochure

La brochure è un tipo di marketing fisico cartaceo che può risultare estremamente utile per promuovere, pubblicizzare, presentare un’azienda, un prodotto o un servizio


giovedì, 21 giugno 2018, 12:10

Aggiornamenti su quote e pronostici per le prossime partite dei mondiali di Russia

Seconda settimana di questo mondiale si è aperta con la vittoria della Svezia, che ha battuto la Corea del Sud per 1-0, grazie al rigore trasformato dal capitano Granqvist al 65’


giovedì, 7 giugno 2018, 09:24

"Giornate Rosse del 1920, lettera aperta alla città"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera aperta di Andrea Genovali in si chiede ai cittadini di Viareggio di inviargli notizie e testimonianze relative alle Giornate Rosse del 1920


martedì, 29 maggio 2018, 18:34

"Quanto si dovrà aspettare per vedere una strada intitolata a mio nonno Corrado Ciompi?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa breve riflessione di Corrado Broli, nipote di Corrado Ciompi primo sindaco di Viareggio dopo la Liberazione, in merito alla mancata intitolazione di una strada


Ricerca nel sito


outlet-sport


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!