prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

sabato, 23 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : cuori in divisa

Gianni Tonelli annuncia lo sciopero della fame: "Basta schiaffi alla democrazia"

mercoledì, 17 gennaio 2018, 22:20

di elena ricci

Diritti calpestati, libertà di espressione lesa, due pesi e due misure. Il tutto fa emergere un rapporto controverso tra i poliziotti e la loro amministrazione. È quanto è stato denunciato e reso pubblico dal Sindacato Autonomo di Polizia, nella persona del suo segretario generale Gianni Tonelli, durante una conferenza stampa tenutasi presso la sala “Caduti di Nassiriya” del Senato della Repubblica, alla quale ha preso parte anche Marisa Grasso, vedova Raciti.

Tutto ha inizio il 23 novembre 2017, giorno in cui Tonelli, denuncia con una lettera aperta indirizzata al capo della Polizia e pubblicata sui giornali, il fatto che un suo strettissimo collaboratore, il prefetto Stefano Gambacurta, abbia prestato la sua immagine istituzionale quale “sigillo di bontà”, in una video presentazione del programma elettorale di un partito, il Movimento Cinque Stelle.

“E’ una cosa gravissima – ha detto Gianni Tonelli – in questo modo ci ritroveremo allora Prefetti, Questori e altre autorità, presentare programmi di partiti?”.

Alla missiva di Tonelli seguì, il giorno successivo, la replica del prefetto Gambacurta che sostenne di non fare campagna elettorale per il Movimento Cinque Stelle.

La denuncia dell’esponente del sindacato non è stata vista di buon occhio, tant’è che lo scorso 18 dicembre, la questura di Bologna (presso la quale Tonelli è in forza) ha notificato allo stesso un procedimento disciplinare che prevede la sospensione dal servizio. Questo perché, a dire della questura, Tonelli avrebbe mosso accuse offensive e lesive “non supportate da prove e che configurano una valutazione puramente soggettiva di fatti che di per sé paiono altamente lesivi della dignità dell’istituzione dell’Amministrazione della P.S., in quanto lesivi dell’onore e della reputazione del vertice stesso”.

Gianni Tonelli non si lascia intimorire: “Vogliono punirmi perché ho detto la verità. Questi provvedimenti dimostrano che è saltato il banco delle regole elementari della democrazia. Questa è una cosa gravissima”.

Per questo motivo Gianni Tonelli ha annunciato lo sciopero della fame. A sostenerlo nella sua battaglia anche Marisa Grasso, vedova Raciti, presente in conferenza stampa, la quale si unirà allo sciopero simbolicamente per qualche giorno, in segno di appoggio e solidarietà.

 


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


giovedì, 21 febbraio 2019, 23:50

Roberta Martucci: un mistero (ancora per poco) lungo 20 anni

Il termine inglese cold case indica, letteralmente, "caso freddo": così sono oggi designati i casi di cronaca nera archiviati senza soluzione oppure giunti ad una sentenza di condanna esecutiva. I cold case per eccellenza sono gli omicidi rimasti senza colpevole. Sono i delitti più gravi e cruenti che non sono passati attraverso una sentenza di...


mercoledì, 20 febbraio 2019, 12:33

Noleggio sì grazie: gli italiani lo preferiscono all'acquisto

Ormai è chiaro, gli italiani stanno utilizzando sempre di più i beni in affitto, soprattutto se si tratta di case vacanza, mobili, abbigliamento e naturalmente mezzi di trasporto e prodotti tecnologici e sportivi. È una vera rivoluzione della domanda dei beni che vengono affittati per una durata variabile piuttosto che essere acquistati.


Prenota questo spazio!


lunedì, 18 febbraio 2019, 12:27

Come vincere al Bingo Online: la guida

Tra le domande più gettonate degli appassionati di gioco d’azzardo, una della più ricorrenti è “come vincere al bingo”? La risposta rischia di lasciare frustrate le attese, tuttavia, la realtà è che l’unica variabile che influenza la possibilità di vittoria è la fortuna


martedì, 12 febbraio 2019, 20:15

Luci ed ombre sulla morte di Sissy Trovato

È il 1 novembre del 2016 quando alle 11 del mattino Maria Teresa ‘Sissy’ Trovato Mazza, agente della penitenziaria, si reca nel reparto di ginecologia dell’Ospedale Civile di Venezia per fare visita ad una detenuta ricoverata.


venerdì, 8 febbraio 2019, 15:12

Delitto di Cogne: Anna Maria Franzoni è una donna libera. Caso chiuso

Queste sono le parole che Medea utilizza per privare del bene della vita i suoi stessi figli, sangue del suo sangue. Il mito narrato da Euripide ha come protagonista Medea, figlia del re della Colchide Eete e sposa di Giasone, che uccide i propri figli in reazione alla notizia che...


domenica, 27 gennaio 2019, 14:46

Pulito il bosco a Vecchiano, l'amarezza di Gianluca Ferrara

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, da parte del senatore del Movimento 5Stelle Gianluca Ferrara, questa lettera dedicata all'operazione di pulitura di parte della pineta di Vecchiano


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!