prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche

Calcio insostenibile, il confronto irragionevole tra la Serie A e le altre leghe

martedì, 18 dicembre 2018, 19:10

In Serie C la Toscana è ben rappresentata, con ben 7 compagini che frequentano la terza divisione italiana: Arezzo, Carrarese, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Robur Siena. Purtroppo il campionato è stato funestato dal caos che c'è stato in Serie B, susseguente ai fallimenti di Avellino, Cesena e Bari.

Sembra praticamente una tassa annua, ma oramai insostenibile, quella che migliaia di tifosi, anche di piazze calde e storiche, ogni anno devono sopportare, vale a dire l'onta del fallimento della propria squadra. Non si riescono più a contare le società che ogni anno lasciano il calcio, quello che non è regolato dai soldi, ma dalla passione e dall'amore.

Basti pensare che negli ultimi 15 anni, ben 153 squadre non hanno avuto la forza economica di iscriversi a un campionato. Ci sono stati dei casi in Serie A, ma le Serie minori sono sempre quelle più colpite, dalla Lega Pro in giù. Parliamo di una media di circa 10 club a stagione, qualcosa veramente di assurdo. Il calcio, a certe latitudini, sembra essere non più sostenibile. Per non parlare, poi, delle penalizzazioni.

 E se qualcuno pensa che a perderci siano soltanto i tifosi e i tesserati di realtà di provincia, si sbaglia di grosso: negli anni queste società sono state fucine di talenti, che si sono messi in vetrina prima nelle squadre locali e poi sono andati a giocare nelle grandi squadre. Si parla tanto di vivai e di centri sportivi, ma se facciamo in modo che a fallire siano società dove i giovani potrebbero crescere e sbocciare, allora potremmo non andare mai avanti. Il "Report Calcio 2018" riporta che, solo dal 2011 al 2017 sono state comminate penalizzazioni per 256 punti: ogni anno, praticamente, c'è una nuova squadra, quella penalizzata, che totalizza una media quasi da salvezza (36 punti).

Distribuire la ricchezza in maniera più equa sarebbe una soluzione. Oppure, quantomeno capire che, se in Serie A ci si può permettere, grazie a ricavi dalle televisioni che hanno dello spaventoso, di mantenere Cristiano Ronaldo per ben 31 milioni di euro annui netti, vale a dire 62 milioni lordi a bilancio, queste cose in provincia non si possono fare, nemmeno con le dovute proporzioni. In Italia, come riporta un'indagine condotta da News Bwin, i 10 calciatori più pagati, che sono di proprietà di Juventus, Milan, Roma e Napoli, guadagnano più di 100 milioni netti – CR7 è fuori categoria, ma comunque Higuain e Dybala percepiscono quasi 10 milioni all'anno -, una cifra che potrebbe praticamente risanare tutto il movimento dalla C in giù. Si è creata una sorta di modello casta, che permette di andare avanti soltanto a chi veramente ha tanti soldi da investire. Le piccole realtà non esistono più. Il calcio, quello di una volta, non esiste più.


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 17 giugno 2019, 16:42

Parla Riccardo Casamassima, teste chiave per il "Cucchi bis": "Io lasciato solo dallo Stato!"

Era giunto il momento di parlare: sulla morte di Cucchi colleghi e superiori sapevano di più di quanto avessero dichiarato. Lui è Riccardo Casamassima, l'appuntato scelto che si è rivolto al P.M. Giovanni Musarò e ha fatto mettere nero su bianco quanto appreso nella Caserma dei Carabinieri nei concitati momenti...


lunedì, 17 giugno 2019, 09:15

Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e la siccità: una riflessione del coordinamento docenti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa riflessione della professoressa Veronica Radici del Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani in occasione della 25^ Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e la siccità


Prenota questo spazio!


lunedì, 3 giugno 2019, 15:52

Tra coperture ed insabbiamenti: la morte di Stefano Cucchi

#POSSIAMOAIUTARVI è l'hashtag scelto quest'anno dall'Arma dei Carabinieri per festeggiare il 2019 e per celebrare il duecentocinquesimo anno al servizio della tutela dei cittadini, dell'ambiente e della pubblica sicurezza. "A papà, me pari un marziano". È il commento esilarante che Alberto Sordi, alias Otello Celletti, protagonista di uno dei suoi film,...


mercoledì, 29 maggio 2019, 17:10

Gli italiani amano divertirsi online: ecco i tre giochi più amati

Gli italiani sono grandi amanti del gioco online: non solo sullo smartphone, ma anche da tablet e pc, i nostri conterranei amano rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro sui siti di intrattenimento e divertimento


martedì, 28 maggio 2019, 20:46

Guidi: "Ringrazio tutte le persone che ci hanno dato la loro fiducia"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento inviato dal candidato a sindaco del comune di Stazzema Amerigo Guidi


martedì, 28 maggio 2019, 18:05

La vendita delle game console è influenzata dal valore delle valute?

La forza o la debolezza di una valuta fiat può significare il successo o la rovina di una azienda e addirittura dell’intera economia di un Paese


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!