Anno 6°

venerdì, 18 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"V come Viareggini, V come..."

sabato, 29 agosto 2020, 09:29

di stefano carlo vecoli

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera dell'architetto Stefano Carlo Vecoli in merito alle prossime elezioni amministrative del comune di Viareggio:

"E così eccoci alla contesa elettorale, oltre 500 concittadini saranno in campo. Moltissime liste civiche e poi le tradizionali di partito, un po' indietro quasi si vergognassero. Ma il bello nello scorgere i nomi è che c'è un via vai, da destra a sinistra e da sinistra a destra, dal centro alle estreme. Personaggi che notoriamente eran di destra li ritrovi al centro sinistra, chi guadagnava con la sinistra incarichi e posti, adesso va al centro destra. Spesso chi fa questi cambiamenti non dice ho cambiato opinione, ma afferma impettito e sicuro di sé: "io sono rimasto lo stesso sono i partiti che si sono spostati". I Viareggini erano famosi per altre eccellenze, tre in particolare, che qui non voglio ricordare tanto sono state citate in passato, ma ne vorrei aggiungere una quarta. Non nuova al dire il vero: i Viareggini sono dei grandi Voltagabbana, cambiano partito e bandiera per propria convenienza. E in questo c'è un antico ed illustre precedente; il nostro più grande artista figurativo da anarchico che era cambiò bandiera andando con il fascismo. Non fu solo lui, era in bella compagnia. Per convenienza o per convinzione? Ognuno ha le sue opinioni a riguardo, e divenne seguace del duce che galoppava verso il potere.

E ancora quelli che da fascisti riuscirono a convertirsi, in democratici o comunisti, dopo la fine della seconda guerra mondiale, ripulendosi in fretta e voltando la gabbana. Storia questa comune al resto d'Italia. Diceva Winston Churchill: "Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti...".

Molti per la verità rischiarono, molti morirono e furono eroi, furono partigiani e ci diedero una nuova libertà. Anche per questo chi fu voltagabbana senza merito, non merita alcuna scusante.

Per cui cari concittadini, che saltate sul carro del vincitore, o che presumete sia tale, non vi nascondete dietro discorsi astrusi per giustificare il vostro voltar gabbana, rivendicatelo come tradizione secolare della viaregginità. E della italianità.  Vado a destra perché mi hanno promesso incarichi, salto a sinistra perché vinceranno e mi daranno il posto che merito. Ma sì siate sinceri fino in fondo, mi candido perché mi daranno posti ed incarichi, e voi votatemi eletta schiera di creduloni. Sarete in pochi ad andare alle urne? In molti preferirete andare in cima al molo e non mescolarvi ai voltagabbana vostri concittadini? E chi se ne frega tanto le elezioni varranno lo stesso ed io sarò eletto. E avrò i miei vantaggi, e voi al più potreste esservi abbronzati.

Ah viareggini che orgogliosamente ad ogni piè sospinto rivendicate una vostra indole anarchica, pensateci un momento con oggettività: non siete anarchici siete solo e soltanto sempre stati dei voltagabbana.

Con ossequio il vostro Folletto Burlone"


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 18 settembre 2020, 09:48

Omicidio Maria Pina Sedda: dopo 18 anni il marito chiede la revisione del processo

La storia che sto per raccontarvi accade in terra di Barbagia, ove marcato è il segno della tradizione arcaica e allo stesso tempo contemporanea, prepotentemente misteriosa e incantata come i suoi lunghi silenzi verdi


martedì, 15 settembre 2020, 09:59

Lettera aperta a Zingaretti e Delrio: "Ci sono questioni importanti che aspettano di essere chiarite"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta a Nicola Zingaretti e Graziano Delrio, scritta da Lorenzo Tosi, in vista del loro arrivo a Viareggio per sostenere il candidato alle regionali


Prenota questo spazio!


lunedì, 14 settembre 2020, 18:56

Prima in battello, poi in treno: la mia giornata "fuori porta"

E' una bella domenica di settembre, calda, soleggiata, piena di gente per le strade di Vila Real, e così quasi senza pensare o programmare nulla, decido di regalarmi una giornata fuori porta


venerdì, 11 settembre 2020, 15:45

"Teatro Politeama, schiaffo a Del Ghingaro da parte dell'ex gestore"

Il politeama con la gestione Scarpellini è stato costretto alla chiusura da una legge sciagurata dello Stato che dal 2006 aumentò il canone demaniale del 2500 per cento portando all'indebitamento e infine alla chiusura dello storico teatro viareggino


martedì, 8 settembre 2020, 08:44

La festa della patrona, come tornare indietro nel tempo senza accorgersene

L'altro ieri, sei settembre, si è festeggiata la patrona di Vila Real: nostra Signora della Concezione. Può sembrare una cosa normale, una ricorrenza religiosa, una data scritta in rosso sul calendario e invece no


domenica, 6 settembre 2020, 08:31

"Tutelare le “antiche vestigia” del castello medievale di Viareggio"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Sirio Orselli, dell'associazione umanitaria "Il Germoglio onlus", indirizzata al sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro sulla bonifica della zona ex Salov


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!