Anno 6°

venerdì, 18 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"La risposta del sindaco a una giovane atleta: arroganza del potere?"

martedì, 1 settembre 2020, 10:31

di rossella martina

Leggo su un recente post del sindaco uscente che per fare il sindaco servono tre ‘ingredienti’ che a suo dire sono competenza, umanità e libertà. Quanto alla competenza egli dice “non ci si improvvisa gestori di una macchina comunale complessa bla bla”.

Di seguito leggo una sua risposta (sempre sulla pagina fb di Del Ghingaro) a un cittadino che molto gentilmente chiede di “diradare le nebbie” che avvolgono al vicenda dell’assegnazione diretta e senza gara (presa con delibera di giunta, contraddicendo la precedente decisione della stessa giunta e del consiglio comunale) del nuovo mercato ittico a una cooperativa la cui presidente, Alessandra Malfatti, è candidata nella lista dello stesso Del Ghingaro. Una scelta molto discussa che per quanto non illecita è assai opinabile da un punto di vista di etica politica.

Allora il grande competente in affari amministrativi signor Del Ghingaro risponde così al cittadino preoccupato per questa “voce”: “Le assegnazioni non le fa il sindaco o la giunta, bensì i dirigenti. Quindi non è un atto politico ma un atto amministrativo. Quindi chi dice cose del genere non sa di cosa parla o lo fa in maniera strumentale. Quindi va semplicemente lasciato perdere”.

Alla faccia della competenza! Costui vuol farci credere che il sindaco non conta nulla in questioni economiche del Comune che valgono milioni di euro? Che non c’è un sindaco che dà le direttive e poi dirigenti che le eseguono come accade in tutti i comuni del mondo? Vuol far credere che a Viareggio lui sta lì a riscuotere emolumenti e scaldare la poltrona mentre i dirigenti fanno quello che vogliono alla faccia sua? Complimentoni! Il secondo “ingrediente” necessario per fare il sindaco secondo del Ghingaro è l’”umanità” ovvero “essere disponibili all’ascolto”.

Qui davvero viene un po’ da ridere e un po’ da piangere. Ma voglio ancora portare ad esempio un’altra serie di risposte che Del Ghingaro ha dato proprio poche ore fa a una ragazza, una giovane poco più che ventenne, una sportiva, una ginnasta di grande valore che chiedeva, educatamente, al sindaco le ragioni per cui non è riuscito a salvare la piscina nel 2016 (come avrebbe potuto, aggiungo io). Non l’avesse mai fatto.

Del Ghingaro e la sua degna assessora Servetti hanno iniziato a scrivere contro questa ragazza (che per fortuna si sa difendere molto bene) una lunghissima serie di arroganti esortazioni che terminano con Del Ghingaro che, a fronte di risposte garbatissime ed educate della giovane, imbestialito che si “arrivi a tanto” chiude con “si vergogni di quello che scrive. Si vergogni”.

Sì, in effetti Del Ghingaro è molto umano, sempre che si decida che cosa vuol dire umano. Forse significa solo “facile preda di ira e tendente alla perdita del controllo”. Chiudiamo col terzo ingrediente per fare il sindaco: “libertà”. A quanto possiamo riscontrare la libertà preferita dall’attuale sindaco è quella di rispondere di traverso o addirittura di non rispondere a chi pone domande che lui giudica fastidiose. Cosa che può fare un libero cittadino ma non certo un primo cittadino. Domande seccanti come per esempio quella che da giorni e giorni i viareggini gli pongono: “Lei, Del Ghingaro, che ha una fiorente attività professionale oltre a un emolumento in quanto sindaco di Viareggio tra i 30mila e i 40mila euro netti l’anno, ha preso anche il bonus Covid di 600 euro mensili?”. Se fosse un sindaco competente, umano e libero lo direbbe. Cosa che non fa nonostante i numerosi solleciti.


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 18 settembre 2020, 09:48

Omicidio Maria Pina Sedda: dopo 18 anni il marito chiede la revisione del processo

La storia che sto per raccontarvi accade in terra di Barbagia, ove marcato è il segno della tradizione arcaica e allo stesso tempo contemporanea, prepotentemente misteriosa e incantata come i suoi lunghi silenzi verdi


martedì, 15 settembre 2020, 09:59

Lettera aperta a Zingaretti e Delrio: "Ci sono questioni importanti che aspettano di essere chiarite"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta a Nicola Zingaretti e Graziano Delrio, scritta da Lorenzo Tosi, in vista del loro arrivo a Viareggio per sostenere il candidato alle regionali


Prenota questo spazio!


lunedì, 14 settembre 2020, 18:56

Prima in battello, poi in treno: la mia giornata "fuori porta"

E' una bella domenica di settembre, calda, soleggiata, piena di gente per le strade di Vila Real, e così quasi senza pensare o programmare nulla, decido di regalarmi una giornata fuori porta


venerdì, 11 settembre 2020, 15:45

"Teatro Politeama, schiaffo a Del Ghingaro da parte dell'ex gestore"

Il politeama con la gestione Scarpellini è stato costretto alla chiusura da una legge sciagurata dello Stato che dal 2006 aumentò il canone demaniale del 2500 per cento portando all'indebitamento e infine alla chiusura dello storico teatro viareggino


martedì, 8 settembre 2020, 08:44

La festa della patrona, come tornare indietro nel tempo senza accorgersene

L'altro ieri, sei settembre, si è festeggiata la patrona di Vila Real: nostra Signora della Concezione. Può sembrare una cosa normale, una ricorrenza religiosa, una data scritta in rosso sul calendario e invece no


domenica, 6 settembre 2020, 08:31

"Tutelare le “antiche vestigia” del castello medievale di Viareggio"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Sirio Orselli, dell'associazione umanitaria "Il Germoglio onlus", indirizzata al sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro sulla bonifica della zona ex Salov


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!