Anno X

domenica, 23 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Idee per un percorso letterario a Viareggio"

venerdì, 24 dicembre 2021, 13:31

di anna mahjar barducci

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Anna Mahjar Barducci che propone la carina idea di realizzare un percorso letterario nella città di Viareggio:

"Sin dall'infanzia ho sentito ripetere che a Viareggio ci sono tre cose in abbondanza: "acqua, rena e ignoranza". Se però il mare e la spiaggia sono due caratteriche fondamentali della nostra cittadina, l'ignoranza invece non è parte del DNA viareggino. La storia di Viareggio, che ha ospitato i grandi della della letteratura, della musica e della pittura, dimostra infatti che la nostra cittadina è un luogo ricco di cultura e fascino.

Il problema però è trovare un modo creativo e poco dispendioso di valorizzare il patrimonio culturale della città, che rischia altrimenti di essere dimenticato. Nel caso di Viareggio, promuovere il proprio patrimonio culturale significa soprattutto riuscire ad attrarre un turismo invernale, che permetta di aiutare, in periodo di crisi, una crescita socio-economica.

Un'idea semplice (e che costerebbe poco) sarebbe quella di costruire un percorso letterario (dopotutto dal 1929 siamo conosciuti anche per il prestigioso Premio letterario internazionale Viareggio-Rèpaci!) attraverso l'utilizzo di semplici targhe dedicate a scrittori e poeti che hanno vissuto a Viareggio. Per esempio, in pochi sanno che il noto poeta boemo-austriaco Rainer Maria Rilke compose vari testi nella nostra cittadina. Rilke era innamorato di Viareggio e ciò appare particolarmente chiaro nelle sue liriche piene di trasporto: "A Viareggio era domenica... pescatori sedevano davanti alle osterie e cantavano. Dovunque era il fruscio del mare, la presenza del grande mare sublime, udibile dovunque, penetrante anche entro la più piccola parola che fosse pronunciata, intrecciata anche al più piccolo silenzio".

Perché quindi non dedicare una targa a Rilke e affiggere in varie aree di Viareggio alcune sue citazioni? Per inaugurare la targa, il Comune potrebbe invitare la Fondazione Rilke, che ha sede in Svizzera, e le autorità diplomatiche austriache presenti in Italia. Si potrebbe pensare di indire persino un concorso, magari sponsorizzato proprio dall'Ambasciata austriaca, per premiare la migliore tesi di Laurea dedicata al rapporto fra Rilke e Viareggio.

Il percorso letterario includerebbe ovviamente anche il poeta britannico Percy Byssshe Shelley (a cui Viareggio ha già dedicato una piazza proprio davanti alla villa di Paolina Bonaparte), sua moglie Mary Shelley, autrice di Frankenstein, e il loro amico Lord Byron (presente durante l'allora discussa cerimonia di cremazione di Shelley sulla spiaggia viareggina). Fra gli autori britannici che frequentavano la nostra cittadina c'era anche Maria Louise Ramé, nota come Ouida, che morì nel 1908 in Via Zanardelli.

Immagino che alle centinaia di turisti inglesi, che si vedono passeggiare per Via Fillungo a Lucca, piacerebbe molto venire sulla costa e visitare un percorso letterario, che include i più noti esponenti della letteratura d'oltremanica, che costituiscono un ponte culturale fra la Gran Bretagna e Viareggio. I nostri maestri carristi del Carnevale potrebbero anche trarre ispirazione da questi letterati e dalle loro vicende umane per ideare carri che sicuramente otterrebbero l'attenzione della stampa britannica.

Persino i turisti russi, che affollano la Versilia, potrebbero celebrare un paladino della loro letteratura nella nostra cittadina. Una targa infatti dovrebbe essere dedicata anche al grande scrittore Maksim Gorkij, che apprezzava Viareggio. Come nel caso di Rilke, i media russi e l'addetto culturale dell'ambasciata russa potrebbero essere invitati all'inaugurazione della targa.

Il percorso letterario dovrebbe anche valorizzare gli scrittori italiani (chissà forse una targa se la merita anche Giuseppe Ungaretti, nonostante abbia scritto nel 1915 una poesia poco lusinghiera - ma divertente -intitolata "Viareggio": "Viani, sarà bella la pineta ma come ci si fa a dormire con tanti moscerini e tante cacate") e in particolare viareggini, che hanno dato lustro alla città, come Mario Tobino e Lorenzo Viani.

Le citazioni degli scrittori potrebbero essere incise in piccole ed eleganti targhe di metallo da attaccare su muri e/o panchine. Inoltre, come molte città europee, Viareggio potrebbe organizzare delle scavenger hunts (cacce al tesoro), utilizzando dei semplici codici QR, per fare scoprire al turista i nostri "tesori culturali".

Sono numerose le idee (anche a basso costo) che possono essere sviluppate in ambito culturale. Viareggio ha infatti un enorme patrimonio artistico da tutelare e valorizzare. Il turismo culturale rappresenta una quota rilevante dell'industria turistica italiana e Viareggio ha tutte le caratteristiche per farne parte. A questo si deve aggiungere che dei programmi simili potrebbero essere sviluppati per altri settori culturali come la pittura, l'architettura e la musica (che non è solo il Maestro Giacomo Puccini). La nuova immagine di Viareggio sarebbe pertanto quella di una città piena di "acqua, rena e cultura".


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 21 gennaio 2022, 08:18

Scommettendo online in sicurezza

Mai come al giorno d'oggi la sicurezza ha assunto una così tale importanza. Oltre alla pandemia da Covid – 19, infatti, si può già notare come, in generale, le persone tendono a sentirsi sempre meno sicure persino in aree all'apparenza esenti da rischi o pericoli di sorta


mercoledì, 12 gennaio 2022, 10:33

"Cinghiali, non c'è solo la voce dei cacciatori"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Mariangela Corrieri, presidente dell'Associazione Gabbie Vuote ODV Firenze, che sul tema dell'abbattimento dei cinghiali ci tiene a far sentire una voce alternativa


Prenota questo spazio!


giovedì, 6 gennaio 2022, 22:12

I tuoi dispositivi Smart Home sono sicuri

Sono sempre più smart le nostre case grazie alla domotica e ai dispositivi di ultima generazione di cui le persone possono dotare le proprie abitazioni e rendere più duttile e comoda la vita in casa


giovedì, 6 gennaio 2022, 14:01

«Come non mi riconosci Dumas? Sono la retroguardia della Grande Armée»

La Grande Armée, l’esercito più temuto in Europa, il gioiello militare creato da Napoleone nel 1804, vantava abilissimi soldati, valorosissimi generali e marescialli, promossi a quel rango da Bonaparte per le capacità dimostrate sui campi di battaglia al contrario di quanto avveniva nelle file degli eserciti nemici dove gli alti...


domenica, 2 gennaio 2021, 10:47

"Perché non realizzare un museo all'aperto a Viareggio?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Anna Mahjar Barducci che lancia alcune idee per realizzare un museo all'aperto a Viareggio


mercoledì, 29 dicembre 2021, 09:17

"Spesso l'uomo non è consapevole di gestire il proprio corpo e la propria mente"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa interessante riflessione di Paolo Mario Buttiglieri riguardo la dinamica amorosa tra uomo e donna spesso ostacolata dalla mancata consapevolezza di gestire il proprio corpo e la propria mente


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!