Anno X

domenica, 23 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Perché non realizzare un museo all'aperto a Viareggio?"

domenica, 2 gennaio 2021, 10:47

di anna mahjar barducci

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Anna Mahjar Barducci che lancia alcune idee per realizzare un museo all'aperto a Viareggio:

"A causa dell'aumento dei contagi, sempre meno persone vogliono rimanere in spazi chiusi, incluso nei musei. Questo problema però può essere superato, trasformando Viareggio in un museo all'aperto. Un'idea semplice e a basso costo potrebbe essere quella di utilizzare gli spazi pubblicitari vuoti per riempire le strade di riproduzioni di opere d'arte, che ritraggono la nostra cittadina. I turisti rimarrebbero sicuramente stupiti nel vedere che numerosi e importanti pittori si sono ispirati proprio a Viareggio.

Le opere scelte dovrebbero includere i quadri di Lorenzo Viani (1882-1936), fra cui "Strada viareggina", di Moses Levy (1885-1968), che ha ritratto nelle sue tele la Viareggio degli "anni ruggenti", del pittore olandese Isaac Israëls (1865-1934), le cui tele a olio su Viareggio sono state stimate da Chistie's intorno ai 160 mila euro, dell'artista francese Louis Édouard Fournier (1857-1917), il cui quadro sulla cremazione di Percy Bysshe Shelley sulla spiaggia di Viareggio è esposto al Liverpool Walker Art Gallery, e del pittore realista irlandese Henry Jones Thaddeus (1859 – 1929), il cui acquarello della nostra Darsena è parte della Royal Collection Trust, ovvero della raccolta d'arte della famiglia reale britannica.

Viareggio è stata la musa anche di John Roddam Spencer Stanhope (1829-1908), pittore inglese della corrente artistica dei Preraffaelliti, del macchiaiolo Telemaco Signorini (1835-1901), della pittrice finlandese Elin Danielson Gambogi, del pittore tedesco Max Beckmann (1884-1950), del noto pittore e scrittore francese Francis Picabia (1879-1953), del pittore italiano della corrente divisionista Plinio Nomellini e di tanti altri ancora, fra cui pare anche Escher (1898-1972), che avrebbe trovato ispirazione nelle architetture Liberty viareggine.

I manifesti dovrebbero tappezzare le vie della città, la Pineta e la Passeggiata. Questi poster dovrebbero contenere oltre all'opera, anche il nome dell'artista, del quadro, la data di realizzazione e il luogo dove è attualmente esposta. L'iniziativa, che costerebbe veramente poco, avrebbe una risonanza mediatica a livello regionale, se non nazionale, e molti turisti verrebbero da località vicine e lontane per vedere questo museo all'aperto.

Gli stessi viareggini scoprirebbero un nuovo legame fra la nostra cittidina e l'arte. Questo tipo di menifestazione culturale darebbe infatti lustro a Viareggio e al suo patrimonio culturale. Dopotutto, non sono molte le città che possono dire e vantare di essere state le muse dei maggiori artisti italiani e stranieri dell'arte moderna e contemporanea".


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 21 gennaio 2022, 08:18

Scommettendo online in sicurezza

Mai come al giorno d'oggi la sicurezza ha assunto una così tale importanza. Oltre alla pandemia da Covid – 19, infatti, si può già notare come, in generale, le persone tendono a sentirsi sempre meno sicure persino in aree all'apparenza esenti da rischi o pericoli di sorta


mercoledì, 12 gennaio 2022, 10:33

"Cinghiali, non c'è solo la voce dei cacciatori"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Mariangela Corrieri, presidente dell'Associazione Gabbie Vuote ODV Firenze, che sul tema dell'abbattimento dei cinghiali ci tiene a far sentire una voce alternativa


Prenota questo spazio!


giovedì, 6 gennaio 2022, 22:12

I tuoi dispositivi Smart Home sono sicuri

Sono sempre più smart le nostre case grazie alla domotica e ai dispositivi di ultima generazione di cui le persone possono dotare le proprie abitazioni e rendere più duttile e comoda la vita in casa


giovedì, 6 gennaio 2022, 14:01

«Come non mi riconosci Dumas? Sono la retroguardia della Grande Armée»

La Grande Armée, l’esercito più temuto in Europa, il gioiello militare creato da Napoleone nel 1804, vantava abilissimi soldati, valorosissimi generali e marescialli, promossi a quel rango da Bonaparte per le capacità dimostrate sui campi di battaglia al contrario di quanto avveniva nelle file degli eserciti nemici dove gli alti...


mercoledì, 29 dicembre 2021, 09:17

"Spesso l'uomo non è consapevole di gestire il proprio corpo e la propria mente"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa interessante riflessione di Paolo Mario Buttiglieri riguardo la dinamica amorosa tra uomo e donna spesso ostacolata dalla mancata consapevolezza di gestire il proprio corpo e la propria mente


lunedì, 27 dicembre 2021, 14:14

I 10 migliori strumenti crittografici indispensabili da utilizzare nel 2022

Investire in criptovalute può essere rischioso, ma con i giusti strumenti crittografici puoi informarti al meglio e prendere una decisione consapevole


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!