Anno XI 
Sabato 2 Marzo 2024
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da lucia paolini
Cronaca
11 Febbraio 2024

Visite: 249

Mattinata difficile a seguito della dichiarata allerta meteo di ieri. Alla fine, verso l’una, mentre la cittadella si stava riempiendo di persone i giganti di cartapesta sono usciti dagli hangar per affrontare il loro difficile destino.

In molti sostengono che Marialina Marcucci abbia fatto un patto con il diavolo e anche se tutto intorno a Viareggio infuria la bufera, nei giorni dei corsi di carnevale, sui viali a mare splende il sole. Anche questa volta la “macumba” pare abbia in parte funzionato e poco primo dello scoppio del cannone, un tiepido sole ha illuminato la folla di persone che si stava riversando lungo i viali a mare.

Il terzo corso è il corso che solitamente riesce a fare più incassi, moltissime le persone che da fuori vengono a vedere la sfilata, molto difficile la decisione pertanto di annullarlo. All’una e mezzo era impossibile parcheggiare a Viareggio, sia “di qua, che di là” dalla ferrovia. Notevole il lavoro della polizia che si è ritrovata a chiamare carri attrezzi, spostare auto e far rispettare divieti. Perché i parcheggi erano davvero fantasiosi, non sono stati risparmiati i marciapiedi, le aree pedonali e chi più ne ha ne metta. Decisamente Viareggio era “zipilla”. Un inizio lento per quanto riguarda i figuranti, che forse intimoriti dall’allerta sono sbucati insieme con il sole.

Viali pieni, un forte odore di salmastro che permeava ogni cosa ed ecco gli scoppi di cannone e l’inizio della festa. La festa a dire il vero, era già iniziata sul palco di piazza Mazzini con M2O, che come sempre riesce a coinvolgere e a far ballare i più giovani.

Verso le 16:30, l’aria dal mare è cambiata e nonostante le nuvole non minacciassero ancora di scatenare un temporale, il freddo ha iniziato a intorpidire le ossa.

Inutile dire che questo non ha fermato lo spettacolo, stoiche le maschere, hanno continuato a ballare, a ridere e a lanciare i coriandoli.

Un quarto alle cinque il tempo era decisamente in peggioramento, i primi ombrelli, la pioggia sempre più fitta, fino a che alle 17 la fortuna è finita lasciando il posto al temporale.

Un via vai generale, tranne che da parte degli “stranieri”, che nonostante il tempo, se ne stavano rintanati sotto ripari di fortuna e ombrelli colorati, continuando a guardare lo spettacolo con gli occhi stupiti di un bambino.

Il cannone ha decretato la fine alle 17.30 mezz’ora prima della fine canonica.

Come si sa, Viareggio non è Viareggio senza polemica e mentre i giovani, con i capelli bagnati, come tante copie del personaggio rappresentato dal Breschi, continuavano imperterriti a ballare dietro il carro di M2O, orgogliosi e sorridenti, come moderni eroi che per il divertimento riescono a sfidare qualsiasi avversità, meno felici erano i carristi.

Avranno pochissimo tempo per asciugare tutto, solo un giorno per rimettere in piedi lo spettacolo che andrà in scena martedì grasso.

Un caloroso pensiero va alle gonne di cartapesta di Alessandrini e a tutte le strutture che sicuramente avranno subito qualche danno.

Solo una volta nella storia del carnevale, da quando Marialina Marcucci è presidente, la festa è stata fermata dal maltempo. Era il primo anno in cui la Marcucci era al “comando” e annullò la sfilata addirittura il giorno prima. Da allora le linee guida della fondazione sono cambiate, si esce sempre, solo in caso vi sia veramente un grosso rischio con venti e piogge.

Tralasciando la polemica, bellissime le tribune colorate di rosso e giallo dall’avis, con uno striscione gigantesco a ricoprire quasi tutte le seggioline. Il corso era proprio dedicato a questa associazione e la loro presenza è stata sicuramente grandiosa.

Sul palco anche la giornalista Marianna Aprile, al quale è stato consegnato prima dell’inizio della sfilata, il premio “Ondina d’Oro”.

Immancabile il saluto del sindaco di Firenze, intervistato dal mirabile Daniele Maffei.

Il momento migliore, anche se visto da pochi, è stato quando il gruppo “Avanti Maschere” è salito sul palco. Un cambio d’abito, da rivoluzionario a sposo e in ginocchio, Alberto Volpi ha chiesto a Marialina un matrimonio artistico. La loro canzone, inneggia alla libertà delle maschere dismesse, che chiedono di non venir smaltite a settembre e che a seguito di una rivoluzione in perfetto stile bolscevico con tanto di Che Guevara con il naso rosso, riescono a trovare un accordo con la fondazione.

Stupore e divertimento per un Volpi elegante in ginocchio davanti alla Marcucci, in un bel momento di carnevale.

Foto Lucia Paolini

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

“Sulla scia dell’emotività dell’incidente di Firenze il governo ha rispolverato l’annosa questione relativa all’istituzione della…

Prima presentazione del libro di Serena Barsottelli sabato 2 marzo alle ore 17 al coworking smartCO2 in via…

Spazio disponibilie

"Con un avviso le poste di Torre del Lago hanno annunciato la chiusura temporanea dell'ufficio per inagibilità a…

ERSU SpA, in collaborazione con il Comune di Camaiore, comunica che, in occasione della gara ciclistica Tirreno-Adriatico, che…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Invitati all'iniziativa anche alcuni studenti del Liceo Artistico Russoli di Pisa, che sono stati coinvolti nei pestaggi delle forze dell'ordine la settimana scorsa, alcuni professori della stessa scuola, e una studentessa universitaria che ha subito suo malgrado l'azione repressiva ingiustificata

Da martedì 27 febbraio fino a venerdì 8 marzo la scuola secondaria “Franca Papi” ospita una mostra su…

Anche i cittadini dell’Unione Europea residenti in Italia potranno esprimere il proprio voto alle prossime elezioni europee fissate per…

Il Burraco è sempre di moda, e quando si sposa a una finalità benefica è ancora più attraente.

Spazio disponibilie

Il Centro di assistenza fiscale Imprese Viareggio sta cercando un candidato o una candidata…

Resterà aperta fino al 31 marzo la form che la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha reso disponibile…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie