Anno XI 
Martedì 25 Giugno 2024
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Economia
10 Novembre 2023

Visite: 204

I casi di violenza a danno degli operatori sanitari, intesi come infermieri, OSS, medici, figure assistenziali che lavorano a stretto contatto con il paziente negli ospedali, negli ambulatori o nelle case di cura sono ormai notizia quotidiana e i numeri sono in indiscutibile aumento. Da qui negli ultimi anni è nata l'esigenza di fornire agli infermieri le nozioni di base delle tecniche per gestire le situazioni critiche e disinnescare la violenza dei pazienti e dei loro familiari, ma anche quelle di difesa personale, per riuscire a svincolarsi da situazioni che potrebbero mettere a rischio la loro incolumità.
 
L'Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Lucca propone per i prossimi mesi un percorso di formazione mirato proprio ad acquisire nozioni di autodifesa. Il progetto include anche uno sportello di aiuto psicologico.
Il programma è stato illustrato questa mattina (10 novembre) nella sede di OPI Lucca dal presidente, Gabriele Ciucci, e dalla responsabile scientifica nonché vicepresidente Laura Bertolotti. Con loro anche Moira Borgioli, direttore dell'Area Professionale del Dipartimento delle Professioni Infermieristiche e Ostetriche della ASL, Giovanni Minniti, vicesindaco di Lucca e assessore con delega al sociale e alla sicurezza, e Edmond Kazazi, membro della Commissione d'albo Infermieri di OPI.
 
Nei primi mesi dell'anno la sezione provinciale di OPI ha proposto agli iscritti un primo corso mirato a riconoscere, prevenire e disinnescare l'aggressività, con una parte dedicata all'autodifesa senza offesa e una mirata a sollecitare la denuncia di eventuali aggressioni.
 
Il corso di formazione proposto per il 2023 tocca tutto il territorio provinciale con tre distinte sedi e due appuntamenti per sede: 14 e 21 novembre a Lucca, 16 e 28 novembre a Gallicano e 23 e 30 novembre a Viareggio. Le giornate sono organizzate per un massimo di 30 infermieri (di cui due pediatrici). Il docente del corso, che prevede anche esercitazioni pratiche e simulazioni, è Francesco Fuccio, istruttore di difesa personale. La tecnica proposta è quella del krav maga, un sistema di combattimento e autodifesa che insegna ad affrontare i reali pericoli circostanti con un'immediata valutazione della pericolosità e della migliore risoluzione. Questa disciplina si presta per molti scopi grazie alla preparazione fisica e soprattutto a quella psicologica (calma interiore, controllo delle emozioni, lucidità mentale), che permette di prevenire situazioni di pericolo e ha come obiettivo primario quello di evitare lo scontro fisico.
 
Per i mesi di febbraio e marzo 2024, inoltre, è prevista l'apertura di uno sportello di aiuto psicologico a disposizione degli iscritti a OPI Lucca, tenuto da Ornella Fulvio, psicologa e psicoterapeuta con esperienza di docenza a corsi di laurea in infermieristica.
 
Al termine del percorso, tra aprile e maggio, è in programma una tavola rotonda aperta anche alla cittadinanza. OPI Lucca sta lavorando per individuare un ospite di rilievo nazionale che verrà invitato a riflettere con operatori, dirigenti ASL e cittadini sulla violenza e in particolare sulle forme di violenza sempre più frequenti nelle corsie degli ospedali. L'intento è quello di offrire una opportunità di approfondimento, ma anche la possibilità di inquadrare il fenomeno nel tempo attuale.
Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Il Comune di Camaiore apre una manifestazione di interesse per concessioni di spazi per operatori commerciali…

Domenica 23 giugno, alle 9, al sacrario dei "Reduci Patrie Battaglie" del cimitero urbano di Pietrasanta autorità civili, militari e religiose, insieme alle associazioni combattentistiche e d'arma, ricorderanno i caduti del 24 giugno 1859, nella battaglia combattuta sulle colline tra San Martino e Solferino

Spazio disponibilie

Sabato 29 giugno alle 17.30 nel Giardino Bacchelli della Biblioteca 

Il Comitato Organizzatore comunica che, a causa delle previste condizioni meteo marine avverse, la 38^ Regatalonga, Veleggiata "in…

Spazio disponibilie

Pressione in calo per l’arrivo di una depressione atlantica che porterà anche in Toscana temporali nelle prossime ore.

Esprimono soddisfazione i consiglieri comunali della Lega Maria Pacchini e…

Mercoledì 26 giugno alle 20,30 è convocato presso la sala consiliare del Municipio, in piazza…

Sono stati "consiglieri per un giorno", i piccoli della scuola dell'infanzia "Fratelli Grimm" di Ponterosso che mercoledì…

Spazio disponibilie

Pubblicata la graduatoria definitiva dei Nidi d'Infanzia di Massarosa anno educativo 2024/2025. Ottanta i posti a disposizione complessivamente,…

Sabato 22 giugno si terrà la tavola rotonda sul tema "Il Parco che vorremmo", organizzata da…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie